Pagine

Scoperto l' olinguito, una nuova specie di mammifero


Occhi grandi, lunga coda e pelo lanuginoso sono le caratteristiche principali di questo adorabile animaletto, l’olinguito.





La scoperta di questo piccolo mammifero, (35 cm di lunghezza e circa 900 grammi di peso) il cui nome scientifico è Bassaricyon neblina, è stata resa pubblica il 15 agosto 2013 da Kristofer Helgen, curatore presso lo Smithsonian’s National Museum of Natural History di Washington.

Appartenente alla famiglia Procyonidae e diffuso in America Meridionale il baby olinguito, scoperto dai membri di SavingSpecies, è simile a un incrocio tra un gattino e un orsetto ed è così piccolo che può stare nel palmo di una mano.
Per arrampicarsi sugli alberi, da dove scendono molto raramente, ha dei piccolissimi artigli ricurvi  e sporgenze sulle zampe che lo aiutano a fare presa sui rami. Questa nuova specie animale, gli olinguitos, in realtà, sono stati nascosti alla vista dell'uomo per molto tempo.




I campioni dell' animaletto, dal colore arancio-marrone, sono stati depositati nei musei per più di un secolo, erroneamente identificati come membri di un gruppo collegato ai mammiferi arboricoli noti come olingos.
Analisi genetiche successive hanno rivelato che gli olinguitos non sono solo diversi dagli olingos, ma in realtà presentano quattro sottospecie.
A differenza di molte altre specie scoperte recentemente, i piccoli olinguitos non sembrano essere a rischio di estinzione, almeno per ora. 
Gli scienziati stimano che ci siano migliaia di questi animaletti, incredibilmente simpatici, che vivono nelle foreste delle Ande.
Sono creature prevalentemente notturne, molto timide che vivono la maggior parte della loro vita sugli alberi.